Gruppo Adige Bitumi e la responsabilità sociale d’impresa

Sostenibilità e persone

Responsabilità sociale d’impresa:
Gruppo Adige Bitumi a fianco del Comune di Sarcedo (VI) con il progetto “Ci sto? Affare fatica”

Il bene comune: perché sostenere programmi di cittadinanza attiva a supporto dei giovani e del territorio
Ci siamo chiesti spesso se riusciremmo a essere l’impresa che siamo senza le comunità nelle quali risiediamo da diversi decenni, di cui ci sentiamo parte, siamo parte, e che crescono con noi. Essere sinceri di fronte a questa riflessione non è difficile: Gruppo Adige Bitumi non sarebbe la realtà che è senza i “suoi territori” e le “sue persone”. Ecco perché produrre per costruire infrastrutture non è più sufficiente se non se ne condivide il valore.

Così, da questa forte presa di coscienza, ci siamo avvicinati in modo strutturato e consapevole alle attività che vengono definite di “responsabilità sociale d’impresa”, quella responsabilità riguardante le implicazioni di natura etica all’interno della visione strategica d’azienda al fine di gestire efficacemente l’impatto sociale.

“Ci sto? Affare fatica”: in cosa consiste il progetto
Abbiamo deciso di sostenere il Comune di Sarcedo (VI) e l’Associazione Radicà | Cooperativa Sociale Onlus nel progetto “Ci sto? Affare fatica”.

Si tratta di un’iniziativa rivolta ai giovani tra i 14 e i 19 anni, che intende risvegliare il senso di appartenenza civica stimolandoli a valorizzare il proprio tempo estivo attraverso attività di volontariato, cittadinanza attiva e cura dei beni comuni dei propri territori.

I ragazzi di Sarcedo, divisi in gruppi, sono stati coinvolti per due settimane in una serie di attività dedicate alla cura del bene comune, nello specifico l’anfiteatro cittadino. Ciascun gruppo è stato seguito da un tutor e da alcuni handymen, ossia “maestri d’arte”, capaci di trasmettere piccole competenze tecniche/artigianali ai ragazzi.

A ciascun giovane partecipante è stato consegnato a riconoscimento dell’impegno un “buono fatica” settimanale del valore di € 50,00 da poter spendere in abbigliamento, libri scolastici, cartoleria, libri di lettura e tempo libero in numerosi negozi e realtà locali che hanno aderito al progetto.

Leggi anche...