Gruppo Adige Bitumi all’aeroporto G. Caproni di Mattarello (TN)

Tecnologie di ultimissima generazione, efficienza ed organizzazione nel pieno rispetto della vita e dell'ambiente

LA QUALITA’ COME VALORE

Il rifacimento della pista di volo dell’Aeroporto di Trento è un esempio di come la qualità delle opere sia strettamente connessa a quella del progetto e alla capacità dell’impresa di offrire tecnologie e risorse umane all’altezza.

caricatoreDopo oltre vent’anni dall’ultimo intervento effettuato sulla pista di volo, la società G.Caproni ha scelto Gruppo Adige Bitumi S.p.A. per il rifacimento della pavimentazione in conglomerato bituminoso.

L’intervento prevedeva la posa in opera di tappeto d’usura antisdrucciolo sulla pista di volo con estensione ai raccordi con le zone di stazionamento, per una superficie interessata dai lavori pari a 50.000 mq corrispondente ad una quantità di conglomerato bituminoso di circa 5.000t.

L’asfalto è stato prodotto dallo stabilimento di Gruppo Adige Bitumi situato a Nago, dedicato in esclusiva, con una produzione pari a 150 tonnellate ora.

Il lavoro è stato studiato per ridurre al minimo il periodo di chiusura della pista: infatti è stato realizzato in soli 10 giorni.

Nelle prime 5 notti sono stati messi in quota 80 chiusini, è stata eseguita l’asfaltatura del piazzale presso il nucleo elicotteri ed è stata ricaricata la pista con binder per un tratto di 150 metri.

Il secondo intervento è durato 5 giorni durante i quali è stata riasfaltata completamente la pista di volo lunga 1260 metri e larga 32, oltre a dei lavori complementari di fresatura e sistemazione.Doppia finitrice

I bordi esterni sono stati eseguiti con l’utilizzo di due finitrici: una larga 1 metro con il banco impostato per permettere la realizzazione in opera di una canaletta per la raccolta delle acque meteoriche ed una seconda finitrice larga circa 6 metri.

Le due strisciate centrali sono state eseguite utilizzando una finitrice cingolata con banco a trave rigida da circa 9 metri.

Entrambe le finitrici erano allestite con sistema MULTIPLEX, una barra da 12 metri dotata di 3 sensori a infrarossi che rilevano in continuo lo spessore di stesa. I dati vengono trasferiti alla macchina che automaticamente si setta consentendo una livellazione più precisa e uniforme.Multiplex

Gruppo Adige Bitumi ha scelto di utilizzare una macchina alimentatrice, Vogele Power Feeder MT 3000-2, innovativa per il mercato italiano. Alimentando in maniera uniforme e senza interruzioni la finitrice grazie ad una capacità di stoccaggio pari a 41 tonnellate si permette alla stessa di stendere in modo continuativo evitando quindi di creare giunti trasversali. Inoltre il caricatore attraverso dei sensori mantiene costantemente la distanza dalla finitrice senza un contatto fisico evitando quindi di trasferire eventuali urti ricevuti dai camion in fase di scarico del materiale.

La compattazione è stata realizzata con due rulli BOMAG BW174 A.M. – 2 con doppia ralla snodata da 10 tonnellate, dotati di Asphalt Manager e Bomag Compaction Management (BCM).

Dal 1954 Gruppo Adige Bitumi coniuga la conoscenza dell’uomo al valore della tecnologia di ultima generazione, per offrire al committente garanzia di risultati, tempi certi e qualità ineccepibile. Nel pieno rispetto della vita e dell’ambiente.

logo Strade&Autostrade

 

Leggi l’articolo sul sito Strade&Autostrade uscito sul numero 5-2017 Settembre/Ottobre >

                                                                                   oppure

Scarica il pdf dell’articolo di Strade&Autostrade uscito sul numero 5-2017 Settembre/Ottobre >

Alessandro Foresti